Numerosi studi recenti documentano che la parodontite può aumentare il rischio di patologie sistemiche, quali malattie cardiovascolari e respiratorie, diabete o arteriosclerosi. Per questo motivo la prevenzione delle problematiche gengivali è di fondamentale importanza anche per le condizioni di salute generale. Sanguinamento gengivale, alitosi anche lieve, ipersensibilità o dolore sono campanelli d’allarme da non trascurare. Grazie ad una regolare igiene orale, combinata con interventi professionali, è possibile tenere sotto controllo il biofilm batterico, per migliorare la salute orale e generale. Questo approccio rivoluzionario minimamente invasivo viene definito GBT (Guided Biofilm Therapy) e permette di ridurre l’utilizzo degli strumenti meccanici e il più delle volte rende superflua l’anestesia locale. Tutto questo grazie alla tecnologia del Perioflow, che è uno strumento delicato che utilizza delle particolari polveri a bassa abrasività che lavorano anche in tasche gengivali di 5-6 mm facilitando la rimozione della placca e del tartaro.

La GBT con Perioflow, eseguita presso il nostro studio dalla Dott.ssa Carolina Starace, Igienista Dentale appositamente addestrata e specializzata nell’utilizzo di questa tecnica innovativa, è in grado di ristabilire e mantenere nel tempo la salute dentale e gengivale con un confort impossibile da raggiungere con le tecniche tradizionali. GBT segue le raccomandazioni della EFP (European Federation of Periodontology) in materia di rimozione professionale della placca per la cura della parodontite. I meccanismi che vengono indicati come più probabili per spiegare l’effetto della parodontite sulla genesi dell’ arteriosclerosi sono: Quelli diretti che prevedono la partecipazione di batteri patogeni parodontali nella genesi della pacca ateromatosa , dovuta probabilmente alla translocazione dei patogeni parodontali dal cavo orale al sistema circolatorio. Quelli indiretti, che indicano invece nella grande produzione locale di mediatori dell‟infiammazione nella lesione parodontale che potrebbero entrare in circolo, la causa dei danni vascolari a distanza. In effetti nel siero dei pazienti parodontali si rilevano elevati livelli serici di citochine pro infiammatorie e questi mediatori sono considerati markers della malattia cardiovascolare. Le evidenze epidemiologiche che si sono accumulate negli anni inoltre,indicano che i markers clinici,microbiologici e sierologici dell‟infezione parodontale sono associati con le malattie cardiovascolari sia nelle nelle forme clinicamente evidenti che in quelle subcliniche . Alcune evidenze iniziali infine, suggeriscono che il controllo dell‟infezione parodontale può esitare in un miglioramento dei livelli dei markers dell‟infiammazione sistemica e della disfunzione endoteliale.

PRENOTA UN APPUNTAMENTO

Contattaci

Puoi utilizzare il modulo per contattarci e/o richiedere un appuntamento.

Dove siamo:
Via Onofrio Fragnito, 16
(300mt uscita Tang. Camaldoli)
80131 NAPOLI

Info e appuntamenti:
0815455083 – 0815468654
392 5555083 whatsapp

Orari dello studio:
Lun/Ven 9:00-13:30 / 15:00-20:30
Sabato  9:00 – 13:30

Inizia una chat
Contattaci
Ciao,
come posso aiutarti?
Powered by